Domenica, Maggio 08, 2016 Super User GAS 776
Idraulico Milano Gas Assistenza : L’assistenza idraulica per il Gas non è mai stata così tempestiva! Questi professionisti negli ultimi anni hanno saputo cogliere perfettamente le esigenze dei loro potenziali clienti, nonché rispondere con prontezza ed efficienza. Gli idraulici hanno compreso che, per la maggior parte delle famiglie, il problema principale nell’eventualità di un guasto consiste nel rendersi disponibili in determinate fasce orarie in cui di solito tutti sono impegnati con il proprio lavoro ; così sono andati incontro a questo stato di cose, offrendo la propria reperibilità e disponibilità nella maniera più rapida, flessibile e immediata possibile. In questo modo il loro servizio viene apprezzato dai clienti, che possono usufruirne senza dover venire meno ad altre importanti responsabilità; e il loro lavoro aumenta, perché un cliente soddisfatto è pur sempre un cliente che all’occorrenza torna, oltre che una persona in più che promuove il professionista .

Il bagno turco ha origini antichissime: era infatti già in uso presso gli antichi greci e i romani. Quando i Turchi giunsero in Anatolia, fecero propria l’abitudine dei bagni di vapore che assunsero quindi il nome di “bagno turco”, nome tramandato ancora sino ai nostri giorni. Il bagno turco è conosciuto anche con il suo nome arabo “hammam” ovverosia fonte di calore. Il vapore prodotto dal bagno turco, dilata i pori della pelle permettendo la fuoriuscita di tossine e impurità. La fuoriuscita di tossine e impurità apporta - ovviamente - dei grandi benefici sia alla nostra pelle sia alla nostra salute aiutandoci a diminuire stress e tensione giornaliera. Esiste un criterio su come effettuare un bagno turco e trarne il maggior beneficio. Il nostro corpo deve essere infatti “preparato” prima di poter fare il bagno turco. Innanzitutto è buona norma fare una doccia calda prima del bagno turco in modo da preparare la pelle al contatto con il calore e l’umidità. Una volta entrati nella sala, è opportuno trascorrere i primi 10 minuti nella parte meno calda del bagno turco prima di accedere alla seconda sala dove la temperatura è più alta (la temperatura di un bagno turco è tra i 30 e i 60 gradi centigradi). Nel passaggio tra la parte tiepida e quella calda, si può fare un’altra doccia tiepida e si può cospargere il corpo con dell’olio (esclusi gli oli essenziali). L’olio è un ulteriore aiuto alla dilatazione dei pori in quanto ammorbidisce la pelle. Più i nostri pori sono aperti maggiore sarà la penetrazione del vapore e, quindi, maggiore il beneficio che ne avremo. Il bagno turco viene, a volte, confuso con la sauna finlandese ma non sono la stessa cosa. La sauna, per esempio, si fa - usualmente - in stanze di legno mentre il bagno turco si fa in stanze rivestite di ceramica. Ma, non solo. Anche la temperatura è diversa così come l’umidità. Nella sauna la temperatura è compresa tra i 60 e i 100 gradi centigradi mentre, nel bagno turco come già detto è compresa tra i 30 e i 60. L’umidità che è quasi al 100% nel bagno turco è quasi pari a zero nella sauna finlandese. In caso di problemi alle vie respiratorie è infatti consigliato il bagno turco piuttosto che la sauna.