IDRAULICO MILANO 

IDRAULICO-SILVIO IDRAULICO Milano Acqua 24H Cell. 328 4988717

SERVIZIO 24H 

ECONOMICO URGENTE 

NOTTURNO  CALDAIE  GAS

Tel. 328 4988717 

made-in-italy IDRAULICO Milano Acqua 24H Cell. 328 4988717

 

 

ACQUA-FREDDA-GHIACCIO-CUBI IDRAULICO Milano Acqua 24H Cell. 328 4988717PRENOTA-ORA IDRAULICO Milano Acqua 24H Cell. 328 4988717

L'acqua è un elemento fondamentale per la vita, ben due terzi del pianeta sono composti da acqua e questa quantità resta costante nel tempo. L'acqua non aumenta ne diminuisce si trasforma continuamente originando quello che viene definito ciclo dell'acqua, forse non tutti sanno però che solo l'un per cento di questa è potabile allo stato naturale. Infatti a contatto con l'atmosfera le gocce di pioggia prima di cadere a terra assorbono gas fortemente nocivi. Queste stesse precipitazioni depositandosi in mari, laghi, fiumi, e falde acquifere entrano in contatto con altre fonti di inquinamento. Ma se la quantità d'acqua resta immutabile nel corso dei millenni questo non è vero per la sua qualità negli ultimi due secoli di industrializzazione Infatti l'uomo si è visto costretto a depurare l'acqua che sfrutta per la sua igiene e per l'alimentazione dotando gli acquedotti urbani di sistemi che assicurano acqua potabile a tutta la collettività. come il pianeta anche il nostro corpo è composto all'incirca per due terzi di acqua il suo ruolo principale è quello di purificare l'organismo. Perciò è importante in primo luogo bere e utilizzare in cucina acqua assolutamente sana e controllata ovvero acqua potabile, l'acqua comunemente definita potabile è quella che la normativa definisce destinata al consumo umano ed è distribuita tramite pubblici acquedotti o raccolta in cisterne controllate.

ACQUA-ANALISI-CHIMICHE-POTABILE IDRAULICO Milano Acqua 24H Cell. 328 4988717

I suoi requisiti sono valutati in base a rigorosi parametri chimici fisici e batteriologici che ne definiscono la qualità rispetto alle necessità del nostro corpo. In Italia il settore delle acque potabili è regolato dal decreto legislativo numero 31 del 2 febbraio 2001 che si prefigge di proteggere la salute indicando i limiti di concentrazione delle sostanze disciolte in acqua e ritenute nocive. Esiste una doppia legislazione sui criteri di potabilità dell'acqua di rete rispetto a quella delle acque minerali, queste ultime Infatti sono regolate da specifiche leggi che autorizzano limiti di concentrazione differenti rispetto a quelli consentiti per l'acqua di rete come per l'arsenico tollerato addirittura il maggiori concentrazioni nell'acqua in bottiglia. Le disposizioni di legge sull'acqua di rete sono applicate tramite una lunga serie di analisi e controlli a garanzia della salute pubblica l'acqua viene monitorata in tempo reale da centraline attive 24 ore su 24 ed è controllata e analizzata ogni giorno sia in laboratori interni agli impianti di depurazione sia in centri esterni qualificati e ricevono i prelievi effettuati nelle condotte e inoltre danno le informazioni alle Aziende Sanitarie regionali.  Quindi se l'acqua dei nostri acquedotti è stata controllata ed economica perché siamo la popolazione con il maggior consumo di acqua minerale in Europa e terzi del mondo con un consumo di 190 litri pro capite all'anno alimentiamo un giro d'affari da 3,2 miliardi di euro, secondo Legambiente in Italia circolano ogni anno la bellezza di 300.000 solo per trasportare acqua minerale. Inoltre per produrre 30 bottiglie sono necessari un chilo di PET e 17 litri di acqua oltre alle emissioni in atmosfera per la lavorazione. Infine dopo che l'acqua minerale è stata bevuta ci vogliono altri 0,10 centesimi per smaltire ciascuna bottiglia sempre che questa non venga abbandonata nell'ambiente il che significa un tempo di oltre un secolo prima che scompaia.

ACQUA-MINERALE-PRODUZIONE-TRASPORTO IDRAULICO Milano Acqua 24H Cell. 328 4988717

Non meno rilevante e inoltre l'aspetto medico, le acque minerali hanno infatti funzioni specifiche curative si distinguono per le proprie caratteristiche chimico-fisiche e rappresentano un rimedio ad adatto da utilizzare per rispondere a necessità terapeutiche individuali e per periodi di tempo controllati e appunto questa la ragione per cui ancora oggi la legge consente un diverso trattamento normativo per i limiti di concentrazione delle sostanze presenti nell'acqua minerale in bottiglia rispetto all'acqua potabile che scorre dal rubinetto. Comunque l'acqua che beviamo rappresenta una piccola parte di tutta quella che utilizziamo quotidianamente ogni italiano consuma la sorprendente quantità di 213 litri al giorno l'equivalente di due vasche da bagno una quantità enorme specie considerando che anche l'acqua del rubinetto ha un costo è un impatto ambientale, il costo riguarda le risorse economiche necessarie per prelevarla, toccarla, distribuirla e per depurarla ancor prima di rimetterla in natura, l'impatto ambientale e invece il prezzo pagato dalla natura per spostare quel l'acqua del suo sistema idrico originario verso altri luoghi a discapito degli organismi animali e vegetali e fino a prima ne traevano novità. Ecco quindi che ogni litro di acqua risulta veramente prezioso piccoli accorgimenti potrebbero farti risparmiare migliaia di litri d'acqua a testa ogni anno.