Il bagno turco ha origini antichissime: era infatti già in uso presso gli antichi greci e i romani. Quando i Turchi giunsero in Anatolia, fecero propria l’abitudine dei bagni di vapore che assunsero quindi il nome di “bagno turco”, nome tramandato ancora sino ai nostri giorni. Il bagno turco è conosciuto anche con il suo nome arabo “hammam” ovverosia fonte di calore. Il vapore prodotto dal bagno turco, dilata i pori della pelle permettendo la fuoriuscita di tossine e impurità. La fuoriuscita di tossine e impurità apporta - ovviamente - dei grandi benefici sia alla nostra pelle sia alla nostra salute aiutandoci a diminuire stress e tensione giornaliera. Esiste un criterio su come effettuare un bagno turco e trarne il maggior beneficio. Il nostro corpo deve essere infatti “preparato” prima di poter fare il bagno turco. Innanzitutto è buona norma fare una doccia calda prima del bagno turco in modo da preparare la pelle al contatto con il calore e l’umidità. Una volta entrati nella sala, è opportuno trascorrere i primi 10 minuti nella parte meno calda del bagno turco prima di accedere alla seconda sala dove la temperatura è più alta (la temperatura di un bagno turco è tra i 30 e i 60 gradi centigradi). Nel passaggio tra la parte tiepida e quella calda, si può fare un’altra doccia tiepida e si può cospargere il corpo con dell’olio (esclusi gli oli essenziali). L’olio è un ulteriore aiuto alla dilatazione dei pori in quanto ammorbidisce la pelle. Più i nostri pori sono aperti maggiore sarà la penetrazione del vapore e, quindi, maggiore il beneficio che ne avremo. Il bagno turco viene, a volte, confuso con la sauna finlandese ma non sono la stessa cosa. La sauna, per esempio, si fa - usualmente - in stanze di legno mentre il bagno turco si fa in stanze rivestite di ceramica. Ma, non solo. Anche la temperatura è diversa così come l’umidità. Nella sauna la temperatura è compresa tra i 60 e i 100 gradi centigradi mentre, nel bagno turco come già detto è compresa tra i 30 e i 60. L’umidità che è quasi al 100% nel bagno turco è quasi pari a zero nella sauna finlandese. In caso di problemi alle vie respiratorie è infatti consigliato il bagno turco piuttosto che la sauna.