Il controllo dei fumi per le caldaie è materia che viene discussa a livello regionale. Sono diverse le indicazioni a seconda della zona di residenza sulla penisola. Per questo motivo è meglio affidarsi alla competenza di un idraulico, informato sulle direttive e le normative vigenti. Il rapporto sulle emissioni delle caldaie va inviato generalmente ogni quattro anni. Fino al 2005 dovevano essere effettuati tali controlli ogni due anni, ma la scadenza è stata estesa ma rimandando alle regioni la possibilità di rivedere le modalità, in quanto la certificazione una volta effettuata viene inviata all’ente di competenza (in generale il comune o la provincia). Verifiche casuali su impianti che risultano privi di certificazione vengono eseguiti senza preavviso.